La Lista Movimento 5 Stelle ad Amantea – 11 giugno 2017

fra-meni

Candidata Sindaca 

Sono Francesca Menichino.   Tre anni fa ho accettato di essere uno strumento del Progetto Politico del M5s per il Comune di Amantea.   Sono diventata un consigliere comunale e per due anni e mezzo ho fatto solo il mio dovere di proposta e di controllo. Ho costantemente informato la cittadinanza di quello che accadeva nel Palazzo di Città, anche e soprattutto quando quel Palazzo che dovrebbe essere la casa di tutti ci mostrava i segni della sua chiusura e della sua arroganza. Ho visto con i miei occhi comportamenti violenti, discriminazioni, abusi e illegalità e ho denunciato ciò che doveva essere denunciato.

Ma ripeto questo era il mio dovere.

Tante volte ho pensato di lasciare, quando hanno cercato di intimidirmi facendomi richieste risarcitorie, quando non si è trovata la mia querela in Procura, e quando qualcuno dei nostri ha lasciato il Progetto. Ma non l’ho mai fatto.  Mentre l’amministrazione mostrava tutto il peggio di sé io mi domandavo cosa avrei fatto dopo, quel dopo che era sempre più vicino. Continuare? Lasciare? Andare altrove? “Tu puoi fare quello che vuoi…” mi dicevano. Oggi io sono qui ad Amantea e sono candidata a sindaco della mia città, perché ho fatto esattamente quello che volevo: dare coerenza al mio impegno e alle mie lotte, e continuare a mettermi al servizio di questa città, per me l’unico senso del mio impegno.  Oggi nel 2017 ad Amantea non c’è solo un elezione comunale. C’è un appuntamento con la Storia che riguarda tutti, tutta la Calabria ed il futuro. Oggi si deve scegliere se vogliamo rimanere nella melma o se vogliamo scegliere la libertà e la dignità. Sarà faticoso e lungo il cammino verso il futuro, e tutti i cittadini dovranno fare la loro parte in un equilibrio rispettoso tra diritti e doveri. Ma è l’unica strada possibile e sarà bello percorrerla insieme.

Qualcuno ci ha descritto come una Rivoluzione, e ha detto che per votarci i cittadini di Amantea dovrebbero essere dei rivoluzionari.

Sono d’accordo purché la nostra rivoluzione sia pacifica e si fondi sull’amore. L’amore per il territorio, per i futuri cittadini, oggi figli e nipoti, privi del diritto di voto.

Anche per loro NOI siamo chiamati a scegliere.

gianni-bennardo-2

Sono Giovanni Bennardo. Ho 54 anni e vivo in questa splendida cittadina da 25.  Sono un commerciante felice della scelta fatta tanti anni fa ed oggi, dopo anni di sostegno al MoVimento 5 stelle mi candido al fianco di Francesca Menichino.  Consapevole delle innumerevoli problematiche che Amantea sta attraversando, sono comunque certo che un’amministrazione senza vincoli e ricatti, può far rinascere questa splendida cittadina tirrenica per noi e per le generazioni future.

Con un voto coraggioso, si può cambiare il passo e mettere in moto il cambiamento!!!

francesca-sicoli

Ciao sono Francesca Sicoli e sono di Amantea. Nata e cresciuta tra le vie del centro, per poi andare ad esplorare “selvaggiamente” il fiume Oliva risalendolo a carponi o con la bici e continuare le mie scoperte per l’hinterland con tutti i mezzi a due ruote (e a quattro e più poi) possibili e immaginabili. Ho vissuto pienamente gli ultimi anni d’oro della nostra cittadina, tra bagni in un mare pulito e cristallino, serate estive piene di turisti e un’economia florida. Arriva poi la maturità e mi trasferisco a Roma per studiare con un entusiasmo tale che mi ha permesso di raggiungere tutti gli obiettivi prefissati sia in ambito lavorativo che personale: divoro praticamente la capitale inondata dalla sua bellezza e dalla sua immensità. Ovviamente il mio scooter mi segue e questo mi permette di imparare a conoscere la città come le mie tasche.

Non con pochi sforzi, ma con tanta caparbietà mi introduco nel mondo del lavoro televisivo, prima locale con la prima emittente regionale T9, e poi nazionale, lavorando per produzioni Rai e LA7. Fino a quando non faccio ritorno nel mio paese di origine e per cambiare totalmente stile di vita. Inizia il mio lavoro di filmmaker indipendente che mi porta a viaggiare per la Calabria e all’estero e ad incontrare sempre più persone forti e coraggiose che portano avanti lotte per il territorio e per la difesa delle bellezze umane e naturali. Oggi mi trovo come tre anni fa al fianco di Francesca Menichino e di un gruppo straordinario a concorrere per questa tornata elettorale. Tanti i progetti e le idee per Amantea, tanto l’amore per la sua ricca cultura dimenticata e martoriata dall’incompetenza e dall’ignoranza e tanta la voglia di ricostruire la reputazione di un territorio quasi interdetto (ingiustamente) da tutti i canali di comunicazione turistici, culturali e sociali.

Sono le persone che cambiano il corso degli eventi e sono le persone che decidono cosa vogliono della loro vita e del luogo in cui vivono. Noi sappiamo chiaramente cosa vogliamo per Amantea e sappiamo che sarà bellissimo farne parte!

gianni-pagliaro

Mi chiamo Gianni Pagliaro, ho 39 anni, convivo con la mia compagna Laura, sono padre di 3 figlie e vivo ad a Amantea dalla nascita.   Provengo da una famiglia umile, e per questo già da piccolo ho pensato di responsabilizzarmi, iniziando a lavorare così da non pesare sulle spalle della mia famiglia. Ad oggi sono titolare di una piccola impresa artigiana. Seguo le problematiche che ci affliggono  sia a livello sociale che lavorativo e probabilmente sono state queste situazioni e le mie esperienze di vita a farmi partecipare a questa tornata elettorale con il M5s, dopo anni da attivista.

Desidero contribuire fattivamente alla realizzazione del nostro progetto elettorale, partendo dall’ascolto dei cittadini che vivono quotidianamente realtà di forte disagio.

francesco-provenzano

Mi chiamo Francesco Provenzano ma tutti mi chiamano Franco. Se l’esperienza elettorale mi restituisse almeno il mio nome di battesimo che mi piace tanto sarebbe già un bel risultato. Scherzo, ovviamente. L’ambizione è ben altra ed è quella di rendermi utile alla valorizzazione delle risorse della nostra città  trascurate da chi pur avendo ottenuto la fiducia dei cittadini invece di mettersi al servizio della città si è servito della città per curare gli interessi della propria clientela elettorale, della propria famiglia, suoi personali. Ma, andiamo per ordine.

Emigrante “per forza”. Nella seconda metà degli anni ’60 non c’era ancora “Arcavacata” e la Calabria era uno dei territori assistiti dalla “Cassa per il Mezzogiorno”, uno degli strumenti più efficaci di raccolta del consenso elettorale da parte della Democrazia Cristiana.   Lo studio e quindi l’Università era ancora l’unico “ascensore sociale” a disposizione di chi, come me, apparteneva ad una famiglia molto modesta sul piano economico-sociale.  Quindi Laurea in Scienze Politiche alla “Sapienza di Roma”. “Stage” aziendale di sei mesi a Parigi, rientro in Italia ed ingresso al Banco di Roma. Dopo 18 mesi, al conseguimento del  “Diploma di qualificazione bancaria” e successiva assunzione e attribuzione di “procura” il “gran rifiuto”. Lascio la banca per “soffiare a pieni polmoni” sul  grande fuoco del cambiamento culturale, socio-economico e politico che in quegli anni aveva investito tutto il mondo occidentale a partire dal maggio francese del 1968.  Dopo alcuni anni, quando quel fuoco si è assopito, ho ripreso il percorso professionale interrotto. Dieci anni in Associazione Bancaria Italiana dove in qualità di Responsabile dei Sistemi di Pagamento ho partecipato alla nascita della carta “Bancomat” come carta di prelievo sugli ATMs e, soprattutto, contribuito alla nascita della prima carta di credito interbancaria “Cartasì” emessa dalla Servizi Interbancari. Quindi, 5 anni in “Cartasì” come Responsabile delle Relazioni Internazionali.  Ideatore e “Project Manager”,  della carta di credito Unicard/VISA per conto della Lega delle Cooperative.  Ritorno in Cartasì per altri 5 anni come Direttore Commerciale.  Direttore Generale in Diners’ Club. Direttore Divisione Monetica in URMET Telecomunicazioni.  Attualmente Consulente di Monetica.

L’impegno in politica con il Movimento 5 stelle è il tentativo di superare lo scetticismo diffuso che si rifiuta di operare distinzioni (“sono tutti gli stessi”) e nel contempo quella sorta di determinismo antropologico per cui al governo della cosa pubblica, e della nostra città in particolare, da alcuni decenni si avvicendano soltanto i peggiori. La situazione drammatica in cui versa attualmente la nostra cittadina ha nomi e cognomi a tutti noti.  Il Movimento 5 stelle non ha  mai governato per cui, per definizione, non può essere coinvolto in alcun modo nel dissesto. Ha semmai cercato di contenerne la portata denunciando per tempo la china sulla quale la nostra cittadina stava scivolando.

Ai cittadini la scelta che, in teoria, non è stata mai tanto facile come quella che si dovrà operare l’11 giugno 2017.

Il Lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sè e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa ( Art. 36, I° comma, Costituzione della Repubblica Italiana). 

vincenzo-ianni

Sono Vincenzo Ianni detto Renato, pensionato delle Ferrovie dello Stato. Faccio il nonno e mi piace dilettarmi in cucina e  curare il mio orto. Sono attento ai bisogni della mia Amantea e vorrei rendermi utile affinché ci sia più ordine, più pulizia e rispetto per tutto quello che ci circonda. Il mio desiderio è quello di rivedere Amantea tornare allo splendore di un tempo!  Vorrei che i miei concittadini ritornassero ad avere fiducia nelle istituzioni! E se penso ai miei figli e ai miei nipoti vorrei  un futuro migliore per noi tutti, ma in particolare per le nuove generazioni.

anna-la-barberaMi chiamo Anna La Barbera sono nata a Cosenza l’11 aprile 1989 da mamma calabrese e papà siciliano, avevo solo due anni quando ci siamo trasferiti in Toscana vicino Firenze per il lavoro di mio padre, e lì siamo rimasti per circa tre anni. Tornati in Calabria, la mia famiglia si è stabilita ad Amantea,  paese d’origine di mia madre,  ho conseguito la maturità presso  il Liceo Artistico di Catanzaro; poi mi sono trasferita a Napoli dove ho conseguito la laurea triennale in Conservazione e Restauro, presso l’Accademia di Belle Arti, a termine della triennale mi sono trasferita a Venezia iscrivendomi all’Università di Ca’ Foscari, e conseguendo la laurea magistrale in Storia delle arti e conservazione dei beni artistici. Dopo gli studi ho lavorato come office worker presso una nota casa di moda italiana sempre a Venezia. Circa tre anni fa mi sono sposata e attualmente vivo ad Amantea. Tutto quello che sono oggi, lo devo alla mia famiglia grazie ai forti valori che mi ha trasmesso. Tra questi valori anche quelli che oggi mi conducono a essere parte del progetto del M5s per il Comune di Amantea in queste elezioni del 2017.

nicola-defina

Mi chiamo Nicola Defina, sono nato ad Amantea 46 anni fa e da sempre qui residente.  Sono artigiano vetraio e poi commerciante.  Mi interesso di politica quel tanto che basta per capire che purtroppo in questo ambiente è tutto marcio e che i nostri precedenti amministratori hanno fatto di tutto per allontanare la gente onesta dalla politica al fine di poter esercitare i loro comodi senza essere ostacolati da nessuno. Trattasi di “sistema politico” a tutti gli effetti che solo un progetto politico targato M5s può scardinare sia in ambito nazionale che in quello comunale. Negli ultimi tre anni come forza di opposizione nella passata amministrazione abbiamo dato il massimo, lo dimostrano i fatti e la grande stima ed incoraggiamento a “non mollare mai” che il gruppo M5s Amantea “capitanato” dalla nostra portavoce Francesca Menichino riceve quotidianamente dai propri concittadini.  Non c’è più tempo: questa volta Amantea dovrà decidere da che parte stare e dimostrare che la il rispetto delle regole non fa paura.

Dateci una mano, abbiamo bisogno di voi!

foto-daniela Sono Daniela Calvi nata a Napoli. Vivo e lavoro ad Amantea da 20 anni.
Svolgo la professione di fisioterapista presso l’Azienda Sanitaria locale di Amantea sin dal 2001.
Da un po’ di anni cerco di capire come la politica si esprime nel nostro bel Paese, e dal 2013 seguo con interesse i principi fondanti del Movimento 5 stelle;  il Movimento parla di politica, quella vera, al servizio dei cittadini tutti e non fatta, come sempre, di abusi, corruzione e pressapochismo .
Ho deciso di  iscrivermi al Movimento 5 stelle e anche di candidarmi qui ad Amantea perché è ora di attivarsi in prima persona  per dare un monito e anche per motivare tanti altri a farlo, perché è giunto il momento di non stare più a guardare!
Si può  cambiare.
Lavoriamo insieme per il nostro futuro!

Sono Massimo Scudiero.

Quello che voglio comunicare ai miei potenziali elettori è racchiuso in due parole: YA BASTA.

Non potranno accampare scuse!

 

 

 

 

 

 

Mi chiamo Vanessa Groe, ho 22 anni e sin da bambina ho mostrato un particolare interesse per il canto ed il disegno che col passare del tempo vorrei approfondire e migliorare. Per adesso, mi diletto a cantare alle serate organizzate con karaoke e fare lavori di grafica quando me lo chiedono. Il M5s è per me prendere coscienza della politica del mio paese, conoscere ancor di più Amantea, ma soprattutto far capire e capire come siamo e come ci sentiamo noi ventenni.   Credo fermamente nel futuro e nella sana politica e metterò a disposizione tutte le mie forze per far sì che questo si realizzi.

gino-fascetti Mi chiamo Gino Fascetti, ho 46 anni e dopo la maturità scientifica ad Amantea mi sono laureato in scienze motorie nel 1994 a Catanzaro con il massimo dei voti. Successivamente ho frequentato il corso di laurea in Ingegneria Informatica a Cosenza con eccellenti risultati, poi nel 1996 ho vinto il concorso per Ufficiale di Complemento dell’Esercito, nel 1997 il concorso in rafferma biennale e nel 1999 il concorso di Ufficiale in servizio permanente. Attualmente sono un Ufficiale Superiore, mi occupo di Logistica e grazie al mio lavoro ho avuto modo di conoscere molte realtà come Roma, Messina, Aosta, Torino, Bari, Lamezia Terme e Napoli. Ho praticamente visitato quasi tutta l’Italia isole comprese e ho lavorato anche all’estero in contesti internazionali e più precisamente in Kosovo, Grecia, Macedonia, Libano e Norvegia. Sono sempre stato residente ad Amantea tranne un breve periodo. Ho vissuto un’esperienza elettorale lo scorso anno a San Pietro ma ne sono rimasto deluso e mi sono reso conto che il MoVimento 5 Stelle è l’unico soggetto politico di cui i cittadini possano fidarsi. Così insieme ad un gruppo di persone capaci ed oneste, che non ambiscono ad interessi personali, in virtù delle esperienze fatte e delle conoscenze acquisite, vorrei dare il mio contributo per migliorare la situazione del comune dove mi piacerebbe vivere in un contesto in cui le istituzioni funzionano e sono al servizio di tutti i cittadini.
Diamo un futuro ai nostri figli e per tutti sarà bellissimo farne parte!

Sono Giuseppe Munno
Funzionario Agenzia delle Entrate
Nato il 21/05/1961 (diversamente giovane)
Inizio a lavorare nel 1981 a 18 anni come macchinista nelle Ferrovie dello Stato nel compartimento di Genova.
Trasferito al ministero delle Finenze nel 1991 presso l’Ufficio del Registro di Amantea
Impegnato nel sociale da anni, volontario Protezione Civile, sempre disponibile ad aiutare il prossimo.
Sposato da 24 anni tre figli meravigliosi.
Ho impostato la mia vita sull’onestà e sulla trasparenza valori che trasferisco quotidianamente ai miei figli.

img_7126

Sono Camilla Ward Thompson De Martino, nata a Londra e cresciuta in Scozia e Cornovaglia fino a 12 anni, quando la famiglia si è trasferita  a Londra. Ho studiato in un collegio specializzato nelle arti: musica, danza e arti figurative. Dopo aver frequentato scuole di arte a Londra e Firenze, ho lavorato a Londra come assistente nel dipartimento artistico di una agenzia di pubblicità. Mi sono sposata  e ho avuto due figli e quindi mi sono dedicata nuovamente all’arte studiando scultura figurativa a Londra. Dal 1988 ho vissuto tra l’ Italia e l’estero (Russia, Francia, Iraq, Australia)  con il mio secondo marito. Nel 1995 abbiamo preso casa ad Amantea.
Ho deciso di dare il mio appoggio a Francesca Menichino e alla sua splendida squadra e di presentare la mia candidatura  per contribuire a valorizzare sempre più la nostra città. Ho un particolare interesse per il centro storico che è un gioiello da salvaguardare e che rappresenta una importante risorsa purtroppo finora negletta.
Credo ci sia il potenziale – grazie anche ai molti artisti che Amantea vanta – per sviluppare qui un centro di creatività artistica di respiro internazionale, con un indotto in tutti i settori e positivi ritorni economici per la nostra comunità.

carlo-russo

Mi chiamo Carlo Russo, ho 25 anni e abito ad Amantea con la mia famiglia. Dopo aver trascorso gli anni della scuola superiore fra i banchi di un istituto professionale Odontotecnico, ho deciso di intraprendere una formazione universitaria in ambito biologico.  Immediatamente dopo aver raggiunto il primo traguardo della laurea triennale, ho deciso di continuare gli studi in Biologia Forense, maturando una forte passione per la Criminalistica. Crescendo e frequentando luoghi e amici del mio paese ho capito tante cose della realtà che mi circonda e da subito mi sono avvicinato ad alcuni principi di rispetto, di onestà e di cittadinanza attiva del Movimento 5 stelle e mi ci sono riconosciuto. Se penso a qualcosa per migliorare la mia cittadina penso soprattutto ai giovani che dovrebbero esprimersi al meglio ed avere la possibilità di farlo proprio qui. Tra i miei interessi non vi è solo l’ambito accademico, ma anche quello artistico. Ed è in questo ambito che vorrei che noi giovani trovassimo uno spiraglio di azioni positive per poterci esprimere con entusiasmo e voglia di fare e per rappresentare la nostra Amantea.

luigi-venerioMi chiamo Luigi Venerio, sono di Amantea, ho quasi 60 anni e sono un operaio della Sirti. Sono sposato con tre figli ed ho due splendidi  nipotini. Ho deciso di diventare un cittadino attivo proprio perché bisogna pensare al futuro delle nuove generazioni, ed oggi mi trovo candidato della lista M5s. Vorrei impegnarmi attivamente nella manutenzione della nostra città perché non condivido il modo in cui è stata gestita finora. Credo fermamente nel Movimento e se ho deciso di provare questa avventura è perché desidero un Paese migliore per il bene nostro e quello dei nostri figli. Voglio condividere con tutti i cittadini la speranza di provare a cambiare Amantea.

Posted in Blog | Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a comment

Conferenza Stampa M5S. 20 maggio ore 18:00 piazza Calavecchia

Assestiamo la città” è il titolo della conferenza stampa con cui la candidata sindaco di Amantea (Cs) del Movimento 5 stelle, Francesca Menichino, presenta la lista, gli obiettivi e le prospettive di governo.

L’appuntamento con i giornalisti si terrà sabato 20 maggio, alle ore 18:00 nella centrale piazza Calavecchia.

Menichino annuncia di indicare da subito il nome del futuro assessore al Bilancio e poi l’intera giunta prima del termine della campagna elettorale, «come atto dovuto alla comunità e come prova di una futura gestione credibile, affidabile e nemica degli “accorduni” degli altri candidati». «Il dissesto – aggiunge Menichino – di 48milioni, che probabilmente saranno di più, si deve a responsabilità politiche di Franco La Rupa, Tommaso Signorelli, Monica Sabatino e tutti i soliti nomi ancora presenti nelle liste, appartenenti a un unico sistema politico e ora intenzionati, direttamente o per vie traverse, a restare a galla per completare l’opera di affossamento del municipio. Costoro ci hanno consegnato un’eredità pesantissima, un avvenire difficile e faticoso». «Per questo – conclude Menichino – è fondamentale tagliare ogni ponte con politici e personaggi che hanno dissanguato Amantea.

Dobbiamo fermare l’emigrazione, soprattutto dei più giovani. Per colpa dei vecchi noti ci attendono tempi durissimi, che potremo affrontare con una sana compartecipazione dei cittadini al governo, ma soltanto garantendo indipendenza e trasparenza».

 

Posted in Senza categoria | Tagged , , , , , , , , , , , | Leave a comment

19 MARZO M5S IN PIAZZA AD AMANTEA BANCHETTO A TEMA: LA RACCOLTA DIFFERENZIATA E LE BOLLETTE, PERCHE’ SONO AUMENTATE E NON DIMINUITE?

In questi giorni in Comune si sta lavorando oltre che al bilancio da approvare entro il 31 marzo, anche alla manovra tributaria che ogni anno fissa i costi dei tributi dei cittadini, cioè quanto pagheremo nelle nostre bollette.

Domenica 19 marzo saremo in piazza con i nostri banchetti per parlarne con i cittadini.
Saremo di mattina a Campora dalle 10 alle 12, in Piazza San Francesco e di pomeriggio ad Amantea in Piazza Commercio, dalle 18 alle 20.
In realtà avevamo chiesto Piazza Amanteani nel Mondo, ma ahimè incontriamo le stesse resistenze poste dall’amministrazione Sabatino, e senza che vi sia un motivo visto che quella piazza ha ospitato diverse iniziative politiche, anche l’estate scorsa. Ma appartenevano al PD e non al M5s. Capiamo, anche se dispiace che un commissario ponga in essere tali scelte parziali.

Andiamo avanti, l’importante èessere in mezzo alla gente e affrontare le tematiche come quella del servizio di raccolta dei rifiuti di cui ci occuperemo in questi giorni.

E vedremo come la raccolta differenziata che i cittadini svolgono su tutto il territorio comunale ormai quasi da due anni non ha prodotto alcun risparmio per i cittadini, perché l’amministrazione Sabatino ha permesso che i materiali riciclati venissero venduti dalla società che gestisce il servizio e non a vantaggio del Comune. Inutili sono state le proposte rivolte all’allora assessore Rubino di modificare questa clausola contrattuale e realizzare un guadagno per il Comune e un risparmio nelle bollette.
Così con la differenziata, a partire dal 2014, i costi per i cittadini invece che diminuire sono aumentati.
Di questi costi chiederemo conto nei prossimi giorni alla Commissaria perché visti i risultati raggiunti che arrivano al 65% , per come è stato pubblicamente dichiarato, dovranno necessariamente diminuire del 65% sulla quota degli sversamenti in discarica.
Chiederemo poi di applicare le detrazioni previste dal regolamento per gli abitanti delle periferie dove il servizio non viene svolto in modo regolare, avviando una raccolta firme tra i cittadini interessati. Sul tema aveva già lavorato la commissaria Greco, e riteniamo continui la dott.ssa Colosimo, in quanto si tratta di applicare il regolamento che non è stato mai correttamente applicato sinora!
Chiederemo infine alla Commissaria che si accinge a determinare il costo del servizio di fare chiarezza : come si arriva infatti al costo deliberato negli anni scorsi di 2 milioni e 600 mila euro, visto che tra spese di contratto e spese di sversamenti in discarica dovremmo arrivare a meno di 2 milioni di euro?
I cittadini devono pagare i tributi e non v’è dubbio!
Ma devono pagare il giusto per un servizio efficiente, e devono sapere cosa pagano.
Vi aspettiamo in piazza per confrontarci , raccogliere le firme e ascoltare le vostre proposte.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

SOSTITUZIONE DEL COMMISSARIO: ALTRO PRIMATO AD AMANTEA

Vi informiamo.

Come sempre abbiamo fatto in questi due anni e mezzo in cui i cittadini amanteani hanno voluto il M5s nel Consiglio Comunale.

Lo abbiamo fatto sin dall’inizio, sin dal maggio del 2014, e lo facciamo fino alla fine, e la fine in questo caso è la cessazione anticipata del Consiglio.

In data 16 febbraio il messo comunale ci ha notificato il Decreto del Presidente della Repubblica relativo allo scioglimento del Consiglio Comunale e alla nomina del Commissario Straordinario.

Dopo le dimissioni congiunte del 13 gennaio aveva infatti provveduto il prefetto di Cosenza a decretare la sospensione del Consiglio ma solo il Presidente della Repubblica avrebbe potuto decretarne il definitivo scioglimento.

E il decreto del Presidente della Repubblica è intervenuto l’8 febbraio, evidentemente all’insaputa della Prefettura visto che proprio in quella data la dottoressa Greco, commissaria nominata dal prefetto, nell’incontro organizzato con i commercianti dichiarava che sarebbe rimasta tre mesi e mezzo (verosimilmente sino alla data delle elezioni), e programmava interventi e iniziative per gli eventi a breve e media scadenza.

E c’è di più: la relazione del Ministro è addirittura precedente perché risale al 3 febbraio, e nella relazione , che pubblichiamo, non si fa alcun accenno alla presenza di tre commissari prefettizi, né alla loro sostituzione né alle motivazioni di tale sostituzione.

Ciò che sembra chiaro è la mancata condivisione della scelta tra il Ministero e la Prefettura, visto che la notizia ad Amantea è arrivata solo il 14 febbraio ed ha interrotto un lavoro già iniziato che si presumeva andasse avanti fino alle elezioni e che è apparso a tutti serio e produttivo. Non accade usualmente o forse non è mai accaduto che i commissari prefettizi venissero sostituiti in sede di intervento del Presidente della Repubblica o del Ministro dell’Interno, ma nel nostro caso è inevitabile notare che il Ministro è calabrese e forse conosce direttamente le vicende locali.

Auspichiamo dunque che conosca le gravi situazioni intervenute nel Comune di Amantea e che la nuova commissaria possa fare luce su quanto accaduto in Comune e adoperarsi al meglio perché la presenza dello Stato risani per tutto ciò che è possibile i “guasti” creati dalla politica, primi fra tutti quelli finanziari. La nuova commissaria fa parte, per come apprendiamo dalla stampa, della medesima politica che ha prodotto questi “guasti” che è quella del Pd cui apparteneva la giunta uscente, per il quale ha ricoperto incarichi importanti, oltre al ruolo di sindaco per il centrosinistra. Questo per noi non deve porre alcuna pregiudiziale in quanto la dottoressa Colosimo è innanzitutto da viceprefetto un’autorevole rappresentante dello Stato e della Legge e come tale le chiederemo di agire nel nostro comune di Amantea.

Certo è innegabile sottolineare che Amantea sembra proprio confermarsi come il paese dei primati: l’unico Comune in Italia in cui non si trova un ragioniere e quello in pensione è costretto a rimanere in comune come “volontario” per oltre due anni, lo stesso ragioniere che per caso è anche il padre del sindaco e che è stato appena rinviato a giudizio per voto di scambio, l’unico Comune in Italia dove al concorso per la Ragioneria vengono tutti bocciati compreso il ragioniere cui poi viene dato un incarico di consulenza per 7 mesi e che poi vince il successivo concorso, entrato in servizio solo dopo la caduta della giunta, l’unico Comune in cui in un concorso di stabilizzazione vengono bocciati tutti i vigili precari tranne una, che è per coincidenza la moglie del vicecomandante dei vigili.

Potremmo elencare altri primati, come refusi sulla Tasi e gli orrori sulla Tari ed i buchi di bilancio, ma ci fermiamo qui.

Oggi si aggiunge un altro primato: il commissario prefettizio e i due subcommissari imprevedibilmente sostituiti senza che si conosca il perché.

Non c’è pace ad Amantea..ma forse un cambiamento è vicino, e lo vedremo al prossimo turno elettorale.

 

Relazione ministro e decreto scioglimento

Posted in Blog, commissioni | Tagged , , , , , , , , , , , | Leave a comment

I Sabatino hanno mollato l’osso.

La gestione Sabatino ha perduto il potere politico ad Amantea.
“Siamo stati gli ultimi a firmare ufficialmente le dimissioni davanti al segretario comunale – afferma la consigliera M5s Francesca Menichino – e lo abbiamo fatto non a cuor leggero, ma con responsabilità e nel rispetto di tutti i cittadini che da tempo auspicavano la fine di questa giunta che ha portato al decadimento materiale, morale e politico la città di Amantea.

Tutto il percorso amministrativo che abbiamo puntualmente controllato e denunciato fino ad oggi, certifica l’inadeguatezza di Monica Sabatino quale sindaco e il fallimento di un sistema politico che ha provocato soltanto danni al bene comune”. Francesca Menichino (M5s), si è dimessa da consigliere comunale di Amantea, insieme alla maggioranza dei consiglieri, tra cui quelli che ad uno ad uno hanno lasciato la compagine di governo. “Adesso e nel prossimo futuro – aggiunge Menichino – continueremo ad interpretare il nostro ruolo dando ascolto a tutte quelle coscienze libere e isolate che credono nel riscatto di questo territorio, martoriato dal degrado politico, dagli interessi criminali e da un clientelismo che ha prodotto fame ed emigrazione.

Il crollo politico dei Sabatino è la giusta conclusione dell’attività incessante del M5s per la legalità e la trasparenza, delle nostre denunce sul familismo politico dei Sabatino e del continuo riferimento che abbiamo cercato di essere per i cittadini tutti, per le attività produttive, il sociale, la sicurezza e la legalità.

Continueremo con le nostre battaglie civili, nella certezza che il popolo di Amantea cominci ad acquisire la maturità di cittadini liberi e consapevoli. Questo è quello che conta!”

Posted in Blog, Conferenze Stampa, Consigli Comunali | Tagged , , , , , , , , , , , | Leave a comment

IL CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE.

Nell’ultimo consiglio comunale sono successe tante cose, troppe per essere riunite in un unico comunicato.
Si è parlato della situazione degli immigrati, dell’ordine pubblico e delle forze dell’ordine.
E’ stata finalmente discussa e approvata la nostra proposta sulle riprese delle sedute consiliari seppure con grosse limitazioni poste vigliaccamente dalla maggioranza.
Si è parlato della mensa scolastica e la maggioranza ha bocciato la nostra proposta di investire di più e coprire tutti i cinque giorni di mensa e non lasciare i bambini per due giorni(per tutto l’anno) con un panino: e qui il sindaco ha raggiunto il massimo livello istituzionale parlando delle sue polpette e delle due frittate.
Si è affrontato poi l’enorme tema del buco di bilancio e questa maggioranza scellerata è andata a modificare le scritture contabili del 2014 senza un parere amministrativo, ma con l’unica “illuminazione” della segretaria-ragioniera che ha ammesso candidamente : “Io lo so che sono incompatibile in questo doppio ruolo, anche per l’anticorruzione ma lo faccio per spirito di servizio.” Vorremmo capire a chi lo fa questo servizio, non certo ai cittadini di Amantea.
E poi la chicca finale del sindaco: l’indennità “maggiorata” del Presidente del Consiglio, che dovrebbe svolgere una funzione “super partes” di equilibrio ed equidistanza tra maggioranza e minoranza e che invece viene “retribuita” dalla maggioranza.
Affronteremo ogni tema, per adesso pubblichiamo la nota letta in Consiglio quando hanno comunicato e “festeggiato” le nuove deleghe.
Ecco la nota:
“Questo di oggi è il primo consiglio comunale dopo due fatti gravissimi:
le indagini della Procura di Paola che riguardano il sindaco e suo padre Giuseppe Sabatino per voto di scambio e corruzione elettorale;
un buco di bilancio di 3 MILIONI e 300 MILA EURO che sono spariti, come vedremo tra poco, da un bilancio all’altro, in questo caso dal 2013 al 2014, apparentemente senza un perché.
E voi vi comportate come se nulla fosse.
Oggi si ridistribuiscono le deleghe perché, come ha detto il sindaco, un assessore si è dimesso, e non un assessore qualunque ma l’assessore al Bilancio e ai Lavori Pubblici. Quindi non un’ordinaria gestione, ma in sostanza una crisi gravissima di maggioranza. L’assessore se ne è andato definendo questa amministrazione “Impresa familiare”. Noi lo sosteniamo da sempre, siamo l’unico comune in Italia dove in due anni di tempo non si è riusciti a trovare un Ragioniere, e quello che è in pensione (che guarda caso è il padre del sindaco), rimane a fare il “volontario civico”. Siamo l’unico comune in Italia dove si è fatto un concorso per la Ragioneria e tutti i concorrenti sono stati bocciati.
Sembra tutto incredibile.
Quello che emerge è lo squallore di questo contesto e di questa amministrazione che sembrerebbe una barzelletta.
E potremmo anche ridere se non ci fosse di mezzo un contesto sociale che piange, persone senza lavoro o con lavoro e senza stipendio, si potrebbe ridere se non ci fossero difficoltà economiche enormi di cui l’amministrazione comunale non tiene affatto conto, e una situazione disastrosa per quanto riguarda la manutenzione, le strade, la depurazione, i servizi, e i costi dei servizi che continuano ad aumentare (sono di recente arrivate le bollette TaRi elevatissime nonostante siamo al 70 % di differenziata). Abbiamo gli operai delle cooperative che non vengono pagati da mesi, i lavoratori del PAC anziani che attendono quasi tutti i pagamenti, quelli dell’Home Care Premium che sono stati pagati da poco dopo mesi di ritardo.
Il quadro che è emerso è terribile!
Avete festeggiato le nuove deleghe ma io penso, che non vi sia nulla da festeggiare.

E se ci sono degli auguri da fare li faccio non a voi amministartori ma ai cittadini di Amantea perché si liberino al più presto di voi e ritornino a credere che un’amministrazione seria ci può essere per il futuro di Amantea.”

Posted in Blog, Consigli Comunali, Satira politica, scuola, Streaming, Tributi | Tagged , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a comment

DOMANI COMIZIO PUBBLICO DEL M5s AD AMANTEA: REFERENDUM E NOn SOLO

Domani 13 novembre saremo in Piazza Commercio alle ore 17:30 per confrontarci con i cittadini e ragionare insieme del Referendum Costituzionale del 4 dicembre prossimo. Siamo in piena campagna referendaria ed è fondamentale informare su un appuntamento con le urne così importante.

Cambiare 47 articoli della nostra carta costituzionale non è una cosa che si può fare con leggerezza: si modifica il Parlamento, sottraendo il Senato all’elezione diretta da parte dei cittadini, si cambia il rapporto tra Stato e Regioni togliendo a queste ultime molti spazi di autonomia.

Già solo questi due aspetti devono consigliarci di spenderci il più possibile per fare informazione, come stiamo già facendo con il volantinaggio e con questo nostro CalabriaNotour che ci sta portando in giro in tanti paesi calabresi e che domani si ferma ad Amantea, dove ospiteremo la nostra portavoce in Europa Laura Ferrara.

Ma domani, inevitabilmente, dovremo parlare anche della situazione comunale e delle gravissime vicende che si stanno verificando: è di questi giorni, un rimpasto di giunta che in Comune hanno persino festeggiato. Invece di provare imbarazzo per tutto quello che l’ha preceduto: le indagini della Procura di Paola, il buco di bilancio, le dimissioni dell’assessore al Bilancio e ai Lavori pubblici, con le accuse gravissime rivolte al ragioniere-volontario padre del sindaco Sabatino, anche lui coinvolto nella inchiesta sul voto di scambio.

A domani, tutte e tutti i cittadini sono invitati!

 

Locandina CalabriaNOTour

Posted in Senza categoria | Tagged , , , , , , , , , | Leave a comment

DIMISSIONI NELLA GIUNTA SABATINO: IL TEMPO CI DA’ RAGIONE

Sergio Tempo si è dimesso da assessore.

Rimane in consiglio, ma lascia le deleghe, le deleghe più importanti per qualsiasi amministrazione: bilancio, società partecipate, lavori pubblici e affari legali. Tante volte abbiamo chiesto le sue dimissioni: il refuso TASI, l’orrore Tari 1 e l’orrore Tari 2, il concorso- farsa del Ragioniere mai trovato.

L’ultima situazione, è senz’altro gravissima: tre milioni e mezzo di debiti non dichiarati nel Bilancio, un buco e dunque un possibile falso in Bilancio. Penserete che il motivo delle dimissioni è questo. Ma non è affatto così, non sarebbe accaduto nulla se il buco ed il possibile falso non fossero stati dichiarati pubblicamente nell’ultimo consiglio comunale del 30 settembre scorso. In sostanza per i Sabatino, padre e figlia, e per il vicesindaco, non è il bilancio il problema ma – più probabilmente – il tradimento di Tempo che forse doveva tacere, nascondere, camuffare. E invece ha parlato.

Ma il problema vero è ancora un altro. Il problema è quello che noi denunciamo da due anni e mezzo e, ancor prima, dalla campagna elettorale. Ma finalmente lo denuncia apertamente chi ha vissuto tutto dall’interno: Tempo con il suo fortissimo “J’accuse” lo ripete più volte quando parla del contrasto tra l’Ufficio di Ragioneria e l’Assessorato al Bilancio, quando parla del “volontario civico genitore del sindaco”, di colui che- da quello che emerge– ha continuato ininterrottamente a gestire i soldi dei cittadini, non eletto ma facendo eleggere la figlia.

Con estrema chiarezza Tempo parla di “impresa familiare” e di “competenze che dovevano essere trasmesse ed invece sono state trattenute” ed evidenzia che quello con cui ha avuto a che fare è l’unico vero “funzionario responsabile e non volontario civico”. Al di là quindi della dichiarata farsa prima del “collaboratore gratuito” e poi del “volontario civico” sono evidenti il tipo di potere e le attività svolte in Comune dal “ragioniere a vita” che sono addirittura consistite- usiamo le parole di Tempo- in “continui intralci, dispute, attacchi verbali ingiustificati, accuse infondate, illazioni e sottrazioni di informazioni” da parte di chi, dice Tempo, conosce bene le “beghe amministrative e comunali”. D’altronde lo sanno tutti ad Amantea, ed anche oltre, ma nessuno ha fatto nulla. Ovviamente non ha fatto nulla il sindaco che di fatto ammette di non potere fare il sindaco senza suo padre, non hanno fatto nulla la segretaria Mercuri o il suo vice Mario Aloe, non ha fatto nulla il PD né locale né nazionale, né le autorità preposte al controllo a cui ci siamo rivolti.

E sarebbe continuato tutto “normalmente” se Tempo avesse taciuto, se tutto fosse rimasto nascosto.

Questa è la verità: da tre settimane si discute “ Tempo si e Tempo no” ma nulla si dice del fatto che mancano tre milioni e mezzo di soldi dei cittadini, e che da due anni in Comune non abbiamo un ragioniere, forse l’unico caso in Italia. Ma Tempo ha parlato e non si è fermato al Consiglio dove aveva detto una verità, anche se forse solo una mezza verità.

Mezza sì, perché noi non possiamo escludere affatto che l’ammanco vada oltre i 3 milioni e mezzo, perché siamo convinti e l’abbiamo sempre sostenuto che il bilancio sia un enorme problema di questa amministrazione e di questa ragioneria, e che il buco sia in realtà una voragine, con la quale chiunque venga dopo dovrà fare i conti: si pensi ai vari debiti di cui non si conosce nemmeno l’ammontare come quello nei confronti del Comune di Nocera per la depurazione, o quelli legati ai vari contenziosi legali che stanno per esplodere, o ai 37 milioni di euro di residui attivi che probabilmente non si riscuoteranno mai, o mai per intero.

Ma di questo non si preoccupa il vicesindaco, che ha già vissuto fallimenti finanziari quali quello dell’Appenino Paolano, di cui era presidente, né il sindaco Sabatino, Monica Sabatino, impegnata a difendere il padre.

E non se ne preoccupano i vari assessori o neoassessori troppi interessati a mantenere le poltrone e le indennità, e che non si rendono conto nemmeno di fronte ad una situazione diventata ormai gravissima, dei probabili rischi giudiziari cui vanno incontro. Assuefatti, forse, all’idea di una impunità che pare ormai finita.

In questa situazione tragica l’amministrazione Sabatino si dimostra ancora una volta per quello che è, non un progetto politico, ma “un’impresa familiare” in cui i cittadini sono solo scomodo intralcio alla gestione delle risorse pubbliche.

Bene ha fatto l’assessore Tempo ad abbandonare questa “barca” che ha contribuito a costruire sin dal peccato originale, la famosa proroga del 2013 al ragioniere che doveva andare in pensione sin d’allora.

Ma adesso è il momento di andare fino in fondo.

Noi come sempre faremo la nostra parte, nell’esclusivo interesse dei cittadini di Amantea.

Posted in Blog, Consigli Comunali, Tributi, Verbali | Tagged , , , , , , , , , , , | Leave a comment

SCARICHI A MARE: VERITA’ E MENZOGNE

Quando si dicono verità scomode per i potenti e i gerarchi di turno, la reazione è quella di screditarti, dicendo che stai mentendo o che rovini l’immagine della città, la stessa città che loro, i potenti stanno distruggendo. E’ normale. E’ la strada giusta. Questa locandina è bene che la vedano tutti e che la tengano a mente i cittadini di Amantea, è uscita oggi, nel giorno della richiesta di rinvio a giudizio per un sindaco, quello di Paola, per l’inquinamento del mare.

Ma è necessario che sappiano che stamattina ci è stato consegnato un documento che ci informa, come già annunciato, che la Guardia Costiera di Amantea “a seguito delle risultanze analitiche dell’ A.R.P.A. Cal di Cosenza ha provveduto a redigere processo verbale di contestazione n° 27/2016 del 4/10/2016 a carico del Sig. PILEGGI Domenico, in qualità di responsabile del settore manutentivo del comune di Amantea ed al Sindaco Pro tempore in qualità di obbligato in solido.” Si tratta dello sversamento avvenuto il 24 agosto scorso, quando su segnalazione di cittadini intervennero carabinieri e guardia costiera che fece dei prelievi. Solo l’altro ieri il vicesindaco parlava a questo proposito di acque piovane, per poi modificare la versione ieri e dire che si può trattare di “acque marce” o “stagnanti”. E invece viene smentito dalle autorità competenti che hanno già provveduto a sanzionare in solido l’ing. Pileggi e il sindaco Monica Sabatino.
Che il vicesindaco G.B. Morelli continui a negare la realtà, facendosi scudo della Lista Rosa Arcobaleno, questo sì davvero infanga il presente ma soprattutto il futuro di Amantea. Il turismo ad Amantea non è “La grotta dei desideri” o qualche altra scenetta estiva, ma il sogno di una città accogliente, pulita decorosa, un paese normale, senza buche, senza topi e blatte, con la fornitura regolare di acqua potabile, e le cui fogne non scarichino a mare né da sole (lungomare lato nord) né in compagnia delle acque piovane (lungomare lato sud). Se il sogno non diventa realtà non esisterà turismo ad Amantea!
E nessun cittadino può meritare amministratori che continuano a negare qualcosa che non solo è evidente, ma oggi è anche dimostrato da risultanze di analisi fatte questa volta davvero dall’A.R.P.A.Cal, e non da laboratori privati spacciati per A.R.P.A.Cal, come già è accaduto sull’altro sversamento di questa estate, quello gravissimo del 31 luglio.
In sostanza in Comune esistono documenti chiari e inequivocabili che attestano la presenza di reflui nello sversamento del 24 agosto. Pileggi ce li ha negati, la segretaria ha preso tempo. Si provveda a pubblicarli immediatamente per darne conto non solo al M5s ma a tutti i cittadini che hanno diritto di sapere quale sia la verità, chi mente e chi fa solo il proprio dovere mettendo in luce i problemi e cercando le soluzioni.
Questa lista attualmente al governo della città (ma saranno poi tutti?) potrà continuare a negarlo, potrà rendersi ridicola parlando di “acque marce” o “stagnanti”, potrà definire scellerato il M5s e quant’altro, ma non potrà fermare un processo di consapevolezza e di vigilanza dei cittadini che non sono stupidi come chi governa ritiene, e che anche oggi ci hanno segnalato nuovi sversamenti fetidi e maleodoranti, verificatisi sempre sul lungomare lato sud intorno alle 15 pur non avendo affatto piovuto, e vi mostriamo le foto che due cittadini ci hanno inviato. Potrete buttarla in caciara o sul politico, potrete insultare il M5s quanto volete, ma noi andremo avanti con l’unico obiettivo di cercare di risolvere i problemi che sono stati creati e che vengono omertosamente nascosti da una politica che per decenni ha pensato e tuttora pensa solo a coltivare “orticelli” e interessi di parte, senza pensare al bene della città, e alla tutela della salute e dell’ambiente.
Sabato continueremo i nostri sopralluoghi, appuntamento alle 9 in Municipio. E a breve interrogheremo il sindaco sui tanti soldi che comunque si spendono con i pessimi risultati di questa “indimenticabile” estate 2016: deve dirci il sindaco come sono stati spesi i 130.000 euro del finanziamento regionale che fanno parte degli 8 milioni di euro destinati dall’Europa ad efficientare la depurazione in Calabria, oltre a tutti i soldi della gestione ordinaria.

Attendiamo intanto le analisi, datecele subito o mostratele subito ai cittadini se non c’è nulla da nascondere!

foto 14642278_513610668842904_1096491547190445942_n

Posted in Blog, Sopralluoghi | Tagged , , , , , , , , | Leave a comment

SCARICHI A MARE: IL VICESINDACO LA FINISCA DI PRENDERE IN GIRO I CITTADINI E SI RISOLVA IL PROBLEMA

Oggi ne abbiamo la certezza. Lo sversamento avvenuto il 24 agosto dallo scarico presente alla fine del lungomare lato sud conteneva reflui fognari, lo hanno stabilito le analisi del liquido prelevato dalla guardia costiera che parlano di presenza di reflui e di sostanze quali “escherichia coli” compatibili con la presenza di materiale organico. In sostanza in quei liquidi c’era fogna ed è stato già notificato un verbale amministrativo con relativa sanzione il 4 ottobre scorso al Sindaco e all’ingegnere Pileggi. E’ inutile che il vicesindaco neghi la realtà e parli di acque piovane. Il problema della commistione tra acque bianche e fogna ad Amantea è atavico, e forse non c’è un cittadino che non abbia sentito almeno una volta la puzza di fogna alla fine del lungomare provenire dal solito scarico, da dove anche negli ultimi giorni abbiamo assistito a ingenti e ripetuti sversamenti verso il mare. Noi così come la persona maltrattata nei giorni scorsi in Comune. Ieri sera sono intervenuti i vigili che hanno constatato la puzza e hanno fatto una relazione di servizio, oggi è intervenuta la guardia costiera che ha fatto anche i prelievi del caso. Aspettiamo per verificare nuovamente le analisi, ma in ogni caso un problema c’è e va risolto.
Stamattina poi abbiamo anche effettuato insieme ai tecnici comunali un sopralluogo sulla vasca esistente sul lungomare all’altezza di Via Baldacchini dove c’è la raccolta delle acque piovane, ma dove a nostro avviso, visti i fatti e i dati, potrebbero confluire anche acque nere.
Abbiamo poi fatto richiesta di un sopralluogo generale sulle mappature e sulle condutture sia delle acque piovane che delle fogne, con un nostro tecnico in modo da potere predisporre proposte concrete al fine di separare acque bianche e acque nere ed escogitare i metodi per rintracciare gli scarichi abusivi, anche in collaborazione con la guardia costiera.
Tale sopralluogo è già fissato per sabato prossimo alle nove, invitiamo i cittadini che vogliano partecipare e forniamo un numero di telefono a cui potrete continuare fare in ogni momento le segnalazioni di sversamenti sospetti: 3662804182.
Diventare “sentinelle” del proprio territorio è fondamentale, tanti lo hanno capito ormai: non si tratta di mettersi contro qualcuno, ma di essere uniti per salvare l’ambiente, la salute ed il futuro.
Ne abbiamo tutti il dovere ma solo uniti ci riusciremo e dobbiamo farlo per tempo, senza aspettare un’altra estate, e senza lasciarci prendere in giro da chi pur avendo precise responsabilità amministrative nasconde la realtà ed evita di affrontare questo serissimo problema in presenza del quale non potrà esserci turismo ad Amantea.

IMG_5145 IMG_5148 IMG_5149 IMG_5150 IMG_5153

 

 

Posted in Blog, Sopralluoghi | Tagged , , , , , , , , | Leave a comment